Come la pioggia

Home » Recensioni » L’uomo delle passioni incompiute. Breve nota su un romanzo di Stig Dalager

L’uomo delle passioni incompiute. Breve nota su un romanzo di Stig Dalager

kierkegaard

di Chiara Rantini

Stig Dalager, L’uomo dell’istante, un romanzo su Søren Kierkegaard, Iperborea, Milano, 2016

A metà strada tra la biografia e il romanzo, questo testo di Stig Dalager è piuttosto un tentativo ben riuscito di delineare un profilo nuovo del noto filosofo danese, un’immagine non convenzionale di un uomo che dedicò tutta la sua esistenza alla scrittura. Nel libro è lo stesso Kierkegaard a ricordare il proprio passato da un letto d’ospedale, dove, appena quarantaduenne, trascorre gli ultimi mesi di vita. Assistito da un’infermiera volontaria, la signorina Fibiger che per la dolcezza e la dedizione evoca l’immagine dell’amata Regine Olsen, Kierkegaard scivola in stati di incoscienza in cui riaffiorano episodi della sua vita di scrittore, di amante, di uomo religioso. Ne emerge un quadro frammentario di continui flash-back in cui l’elemento costante è il senso di incompiutezza.

Lo stesso Kierkegaard, nei suoi Diari, si definì un “amante infelice” perché nonostante la grande passione che lo animava non fu mai in grado di concretizzare le sue aspirazioni. Amò Regine per tutta la vita ricambiato ma si sottrasse al matrimonio perché si riteneva inadatto; scrisse migliaia di pagine di filosofia e non fu riconosciuto come filosofo dalla cultura danese del suo tempo; dedicò tutta la sua vita alla predicazione di un cristianesimo purificato dalle falsità borghesi e non divenne mai un pastore della chiesa così come avrebbe voluto il padre. Una vita fatta di contraddizioni dunque che Dalager mette a nudo così come mette a nudo la sofferenza fisica di un uomo non più intenzionato a vivere. Questo libro ci parla dell’umanità, del suo lato estetico e spirituale e del loro conseguente contrasto, del dolore e della gioia, della difficoltà di restare ancorati alla realtà terrena. Ne esce l’immagine di un uomo fatta di luci ed ombre e tuttavia straordinariamente familiare, un uomo che si assunse il compito di scandagliare l’esistenza umana pagandone in prima persona le conseguenze. Chissà che dopo questa lettura non sorga nei lettori il bisogno di un approfondimento filosofico sulla tematiche che fanno da sfondo al testo. Ce lo auguriamo vivamente.

Buona lettura!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: